Architetture religiose


Architetture religiose della citta di Agrigento.

La pagina offre una panoramica degli edifici di culto, chiese e monasteri della città di Agrigento, con collegamenti a dettagliate schede descrittive  corredate da immagini e notizie utili. Di seguito anche una galleria fotografica di anteprima:

 

AG_Santuario_San_Calogero
« 1 di 37 »

Chiese

  Cattedrale di San Gerlando:  fu edificata a partire dalla seconda metà del XI sec, consacrata nel 1099 dal vescovo Gerlando, dichiarato Santo e a lui poi dedicata nel 1305.

  Chiesa di San Calogero,  a tre navate e al suo interno le decorazioni ricalcano lo stile barocco. Sul prospetto spicca, in una nicchia, la statua di San Calogero con la caratteristica cerva.

⊗   Santuario di Maria Santissima Addolorata. Nei suoi sotterranei, ai quali si accede da un’apertura ricavata dalla roccia, sono presenti delle cripte, dette appunto Cripte dell’Addolorata 

⊗  Basilica dell’Immacolata Concezione o San Francesco. XVII secolo. La basilica si presenta a navata unica. il prospetto è in stile barocco a tre ordini con due imponenti torri campanarie e la statua del Santo Patrono d’Italia, in marmo bianco. Sulla torre campanaria, invece, si trova la statua della Madonna con il bambino. Al suo interno alcune tombe in marmo di nobili ed ecclesiastici. Nel febbraio del 1940 papa Pio XII la elevò alla dignità di basilica minore.

⊗  Basilica di Santa Maria dei Greci (costruita sulle fondazioni di un tempio dorico). XII secolo il prospetto è in stile arabo-normanno e vi si accede attraverso un cortile delimitato da un portale in stile barocco. Al suo interno sono visibili le fondamenta del tempio dorico di Giove Polieo grazie al pavimento in vetro, mentre nelle pareti sono riconoscibili affreschi. La chiesa inizialmente fu destinata al culto greco-ortodosso. Dal cortile si accede ad ulteriori resti del tempio dorico. Nel corpo adiacente, oggi sono ospitate mostre temporanee.

⊗  Chiesa di San Francesco di Paola XVII secolo la facciata è a due ordini con due massicce torri campanarie. Sopra il portone d’ingresso, è presente un bassorilievo raffigurante il Santo. Al suo interno numerose tele di pregevole fattura.

⊗  Chiesa di San Nicola XIII secolo l’interno ad unica navata condivide con la facciata lo stile normanno-gotico con un portale a sesto acuto. Sulla facciata esterna, inoltre, sopra le due massicce colonne ed il portale, si trovano alcune decorazioni in marmo, tra cui i bassorilievi dei Santi Pietro e Paolo. Al suo interno è custodito un sarcofago in marmo che propone la leggenda di Fedra e Ippolito e il famoso crocifisso ligneo descritto nella novella di Pirandello il Signore della nave.

⊗  Chiesa del monastero di Santo Spirito XI secolo la chiesa è ad unica navata e presenta al suo interno pregevoli stucchi del Serpotta. mentre la facciata è in stile gotico con portale sormontato da rosone, l’interno è interamente in splendido stile barocco. Spiccano gli stucchi di Giacomo Serpotta (primi anni del XVIII secolo), in gran parte realizzati, probabilmente, dal fratello Giuseppe.

⊗  Chiesa di San Biagio (costruita sulle fondazioni di un tempio dorico) sec. XIII. la chiesa sorge sulle fondamenta di un tempio dorico dedicato a Demetra ed è in stile arabo-normanno. poco distante il santuario rupestre di Demetra.

⊗  Chiesa di Santa Maria degli Angeli XVIII secolo al suo interno si trova un ritratto del patrono della Città, San Gerlando

⊗  Chiesa di San Alfonso dei liguori; XVI-XVII secolo vi si accede attraverso il Palazzo della Biblioteca Lucchesiana ed è adiacente al convento dei padri redentoristi. L’interno è ad unica navata con stucchi, archi e numerose tele. Consacrata nel 1854 fu la prima chiesa al mondo dedicata a Sant’Alfonso de Liguori.

⊗  Chiesa dell’Itria Sec. XVI. la chiesa è a navata unica ma chiusa al culto. in essa si celebrava il rito Greco-albanese. il prospetto ed il portale sono in stile manieristico.

  Chiesa di San Giuseppe XVII-XVIII secolo il prospetto in stile barocco è arricchito da un doppio ordine di scalini e da due torri campanarie. L’interno è ad unica navata.

⊗  Chiesa del Purgatorio o di San Lorenzo (oggi sconsacrata) XV-XVI secolo il prospetto è in stile barocco, arricchito da numerose statue, in particolare quelle ai lati del portale, delimitato da due colonne a spirale, rappresentano le allegorie della fede e della carità. al suo interno l’edificio, a navata unica, presenta sculture date tradizionalmente a Giacomo Serpotta e custodisce un reliquario. Il soffitto presenta una falsa cupola. Con ogni probabilità gli stucchi, assai grossolani, sono da ascrivere ad un allievo di Giacomo Serpotta che utilizzò suoi disegni.

⊗  Chiesa di San Pietro (oggi sconsacrata) XVIII secolo il prospetto presenta un portale barocco, mentre l’interno, ad unica navata, presenta numerose tele.

  Chiesa di Santa Lucia o dell’Assunta XVIII secolo il prospetto è in stile tardo barocco-neoclassico.

⊗  Chiesa di Santa Croce XIV sec.

⊗  Chiesa di San Giovanni dei Teutonici; Costruita all’interno dell’ex Ospedale di San Giovanni di Dio in Via Atenea. Oggi ne rimangono solo le rovine.

⊗  Chiesa di San Domenico XVII secolo il prospetto in stile barocco è arricchito da un doppio ordine di scale; sopra il portone d’ingresso, è posto un bassorilievo raffigurante la Madonna con il bambino sormontata da due angeli. Il campanile è insolitamente arretrato rispetto al prospetto principale ed è costituito in ceramiche di maiolica policrome; al suo interno pregevoli tele, tra cui un’imponente Madonna del Rosario presunibilmente dei primi anni del XVIII secolo.

⊗  Chiesa di San Giacomo XVI sec.

⊗  Chiesa di Santa Rosalia, situata in via Atenea in prossimità della Piazza Purgatorio,  rappresentava uno dei massimi esempi di architettura barocca nella città di Agrigento. Oggi il prospetto si presenta in mattoni rossi.

⊗  Chiesa di San Giorgio degli Oblati XIII secolo situata nelle immediate vicinanze dello Steri agrigentino fu costruita in epoca chiaramontana in pietra bianca di Comiso in stile gotico. È dotata di un ricco portale ligneo che ha diversi elementi simili al portale dello Steri di Palermo e con quello del duomo vecchio di Naro.

⊗  Chiesa di Beata Vergine Maria del Soccorso o Badiola XIV secolo il prospetto è in stile rinascimentale, mentre all’interno a navata unica si conservano numerose tele. Sul prospetto è collocata la statua della SS. Maria del Soccorso.

⊗  Chiesa del Carmine o portale Giaggi, con annesso il convento, demoliti all’inizio del XX secolo per realizzare il palazzo oggi detto «dei Mutilati»

  Chiesa di santa Caterina (oggi sconsacrata)

⊗  Chiesa di San Girolamo (oggi sconsacrata) XVI-XVII sec.

⊗  Chiesa delle Forche (oggi sconsacrata) XVI secolo in stile tardo rinascimentale.

  Chiesa della Madonna della Catena , ubicata nel quartiere periferico di  Villaseta)

  Chiesa di San Felice Martire, sita nella borgata di Montaperto

  Chiesa del Rosariosita nella borgata di Montaperto

  Chiesa di San Lorenzo martire , sita nella borgata di Montaperto

  Chiesa di San Leone; sita nella borgata costiera di San Leone ha antiche origini risalenti al periodo normanno.

⊗  Chiesa Santa Maria Monte dei Pegni. solo resti

⊗  Chiesa di San Libertino. solo resti

⊗ Chiesa di Santa Maria delle Raccomandate, si trova nelle vicinanze della Cattedrale ed oggi ne rimangono solo i ruderi.

⊗  Chiesa di Sant’Antonio sita nel complesso dell’Ex Ospedale psichiatrico.

Chiese moderne e contemporanee

  Chiesa del S.S. Crocifisso, o di San Vito, in Piazza Diodoro Siculo

  Chiesa Madonna della Provvidenza, in via Manzoni, anche conosciuta come “Don Guanella”

⊗  Chiesa della Madonna del Carmelo, in via Dante

⊗  Chiesa della Madonna di Fatima, in via Callicratide

  Chiesa della Madonna di tutte le Grazie, in via Demetra

  Chiesa di Santa Gemma, in via Imera

  Chiesa del Cuore Immacolato di Maria, ubicata nel quartiere periferico di  Villaggio Mosè

  Chiesa di San Gregorio, ubicata nel quartiere periferico del Villaggio Mosè in via Cavaleri Magazeni

  Chiesa di San Nicola, ubicata nel quartiere periferico di  Fontanelle

⊗  Chiesa di San Pio X,  ubicata nel quartiere periferico di  Villaggio Peruzzo

⊗  Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, al Quadrivio Spinasanta

  Concattedrale di Santa Croce,  ubicata nel quartiere periferico di  Villaseta

  Chiesa di Santa Rosa, al Villaggio Mosè

  Chiesa di San Giovanni Battista, ubicata nel quartiere periferico di San Michele

  Chiesa Cristiana Evangelica Assemblee di Dio in Italia, in via Mattarella

  Chiesa Evangelica Valdese, in via Damareta


Palazzi e strutture religiose

Collegio dei Santi Agostino e Tommaso – Seminario Vescovile), annesso è il Palazzo Steri Chiaramonte risalente al Trecento.

  Palazzo Vescovile. Costruito nella prima metà del XVII sec, fu ampliato a più riprese da vari vescovi. All’esterno presenta un imponente portale, mentre all’interno, oltre a numerosi cimeli del museo diocesano, è possibile ammirare i ritratti dei sette santi vescovi, opera di Francesco Sozzi del XVIII sec.

  Curia Arcivescovile, adiacente al Palazzo Vescovile con il quale condivide uno stile architettonico quasi identico.

  Biblioteca Lucchesiana, separata dal Palazzo Vescovile grazie alla Chiesa di Sant’Alfonso, presenta all’esterno un bel portale. La biblioteca è ricca di oltre 60000 volumi di datazione antichissima, cinquecentine ed incunaboli disposti su scaffali di legno di notevole pregio artistico. All’interno inoltre è possibile ammirare la statua del Vescovo Andrea Lucchesi Palli (1692-1768), da cui la biblioteca prende il nome, e donatore di quasi la metà del patrimonio librario. Di grande pregio le scaffalature lignee settecentesche.

  Palazzo del Boccone del Povero, che presenta un elegante portone. Nel cortile al suo interno è possibile ammirare un mezzo busto marmoreo del fondatore.

  Palazzi Istituto Granata e Istituto figlie di Sant’Anna, tra loro collegati e costituenti un complesso architettonico possente e vasto

  Palazzo Zirafa, già Palazzo Montaperto. L’intero edificio, il cui prospetto si affaccia in piazza Pirandello e in parte sul vicolo Teatro, appare estremamente elegante, in virtù di un nastro continuo di tre finestre trifore e di numerosi altri elementi decorativi ed ornamentali. Sul prospetto è visibile una lapide commemorativa dedicata a Pacci Leone XIII.

  Collegio degli Oblati , antico corpo costituente il primo Palazzo Vescovile, oggi sede di spazi espositivi.


Monasteri e conventi

⊗  Monastero di Santo Spirito, sede di alcune sezioni dei Musei Civici.
  Monastero della Raccomandata

  Convento dei Padri Agostiniani (palazzo adibito a Museo Civico)

  Convento di San Nicola (sede di alcuni ambienti del Museo Archeologico)

  Convento Chiaramontano dei francesani minori (sede delle fabbriche chiaramontane)

  Collegio dei Padri Filippini (oggi sede della Pinacoteca) Nell’atrio sono presenti un pozzo ed una lapide Marmorea dedicata agli studenti dell’istituto tecnico caduti per la patria durante la prima guerra mondiale.

  Resti del portale chiaramontano convento canonici di rahalmari

  Convento dei Padri Liguorini Redentoristi sede della casa museo arredi e arte sacra

  Convento di San Vito. L’imponente e massiccia struttura, contraddistinta dalla sua vastità, era in origine un convento ma fu adibita a carcere della città e ampliato.


Cimiteri

⊗  Cimitero monumentale di Bonamorone:  In esso sono ospitate tombe monumentali risalenti ai secoli precedenti, veri e propri capolavori scultorei. Tra i viali adombrati dagli alti cipressi vi sono statue, cappelle e persino mausolei delle confraternite agrigentine. Il maestoso Sacrario militare, dedicato ai caduti delle due guerre mondiali, sovrasta la piazza in fondo al cimitero. Sul perimetro sud, inoltre, vi è la tomba dei fratelli Hardcastle.

⊗  Cimitero di Piano Gatta, il nuovo cimitero della città di Agrigento ubicato nella zona periferica di Piano Gatta

 

Translate »