Monumenti scultorei




Monumenti scultorei

      • Statua Empedocle, nella Piazzetta Vadalà tra la sede della Biblioteca e la Caserma dei Carabinieri. Consiste in una statua bronzea, raffigurante il filosofo circondato dagli elementi caratterizzanti la sua filosofia, collocata su un massiccio basamento marmoreo sul quale è incisa la celebre frase: ‘erano sempre e sempre saranno nel tempo infinito.
      • Monumento a Don Bosco, in Piazza Plebis Rea. Si tratta di un gruppo bronzeo, che ritrae Don bosco circondato da giovani studenti, di cui è protettore.
      • Monumento ai caduti della Grande Guerra. Presenta un possente contorno cilindrico al centro del quale spicca un obelisco in marmo al cui apice è posto un grande angelo di bronzo raffigurante la vittoria patria. Sul basamento dell’obelisco vi sono, in ciascuna delle quattro facciate, i nomi dei soldati caduti durante la grande guerra. Sul secondo livello del basamento sono invece raffigurate due scene: la prima rappresenta un contadino che conduce un aratro trainato da buoi; la seconda invece riporta un soldato italiano che trafigge un soldato austriaco.
      • Monumento alla Vittoria nella Grande Guerra, nel Colonnato del Palazzo delle Poste in Piazza Vittorio Emanuele. Si tratta di un imponente gruppo scultoreo di pietra arenaria, raffigurante al centro la dea patria e, ai lati, quattro fanti raffigurati in posizione di riposo.




    • Monumento ai caduti della Battaglia di Imera, 480 a.C. Si tratta di una stele marmorea, sulla quale è incisa, sia in italiano che in greco, una frase commemorativa dei caduti della battaglia che segnò le sorti della Sicilia e del mondo occidentale.
    • Monumento ai caduti negli attentati dell’11 settembre, collocato nella Villetta Romano..
    • Statue delle stagioni, in marmo bianco. Originariamente poste all’interno della Villa Garibaldi, oggi scomparsa, sono ora collocate all’interno della Villa del Sole.
    • Giardino di Empedocle. Si tratta di un gruppo scultoreo realizzato interamente in bronzo e caratterizzato da quattro sculture raffiguranti, rispettivamente l’aria, l’acqua, il fuoco e la terra, ossia gli elementi della filosofia del filosofo akragantino Empedocle. Le opere d’arte sono collocate all’interno del giardino del Museo Archeologico San Nicola.
    • “Busto di Venere” all’interno del giardino del Museo Archeologico San Nicola
    • “Evadne”, opera in pietra lavica collocata nella salita Sciascia Contrino. Si tratta di un’opera d’arte che rappresenta il mito di Evadne, figlia di Poseidone e sedotta da Apollo narrato da Pindaro.
    • Leone dormiente, in Piazza Purgatorio. Rappresenta l’ingresso monumentale all’ipogero del Purgatorio. È costituito da un leone in marmo bianco, rappresentato in posizione dormiente, collocato in cima a due colonne in stile neoclassico.

 




  • “Il pensiero di Empedocle”. Si tratta di due gruppi scultorei collocati nelle piazze Lena e San Giuseppe che narrano i punti cardine della filosofia empedoclea.
  • Croce posta in ricordo della visita di Papa Giovanni Paolo II, in piano San Gregorio
  • Icaro caduto” statua in bronzo, sita ai piedi del Tempio della Concordia, sulla via Sacra
  • L’amazzone, in bronzo su basamento marmoreo in piazza stazione.
  • Stele di Pertini, collocata nella villetta a lui dedicata
  • Statua della Madonna nel Porticciolo Turistico
  • Statua dell’Angelo della Valle, in piazza Hardcastle
  • Monumenti d’arte contemporanea, nella Villa Pertini
  • Statua San Gerlando, in piazzetta Alajmo, in una nicchia ricavata sul prospetto di uno dei palazzi prospiciente la piazza
  • “Statua San Calogero, in Piazzetta San Calogero,collocata all’interno della nicchia sul prospetto del Santuario dedicato al Santo
  • “Statua della Madonna col Bambimo” sita, nella nicchia collocata sul versante Nord del campanile della Basilica di San Francesco
  • “Statua di San Francesco, collocata nella nicchia della facciata della Basilica di San Francesco
  • “Statua della Madonna” collocata nella nicchia ricavata sul prospetto della Chiesa della Badiola
  • Busto Garibaldi, nei Giardini di Porta di Ponte, in marmo bianco.
  • Busto Romano, nei Giardini di porta di Ponte, in bronzo.
  • Busto Nicolò Gallo, nei Giardini di Porta di Ponte, in bronzo.
  • Busto Luigi Pirandello, in villa del sole, in bronzo.
  • Busto Luigi Pirandello, nella casa natale, in bronzo.
  • Busto Alexander Hardcastle, nel giardino di Villa Aurea, in bronzo.
  • Busto Don Guanella, in piazza Don Guanella, in bronzo.
  • Busto Mons. Celona, in Largo Celona, in marmo bianco.

Translate »