Ritratti urbani di Sicilia: Acireale

Comune di Acireale, visto come soggetto e oggetto d’arte.

RITRATTIURBANIDISICILIA – #COMUNEDIAcireale

Attraverso una panoramica di opere pittoriche di artisti contemporanei di tutto il mondo avremo l’occasione unica di esplorare questa splendida località siciliana da un punto di vista originale e inedito, attraverso la pittura in tutte le sue forme.

Notizie sulla località turistica:

Artisti contemporaneiCenni sulla cittàInfo turistiche

Proponiamo alcune opere, in gran parte facenti parte di collezioni private, che rappresentano la città di Acireale tra utopia, mito e realtà, creando una nuova ed inedita visione della città. Nella galleria fotografica una raccolta di opere dei seguenti artisti contemporanei:

  • Anna Musienko (Mosca)
    Emily Rebecca (Scozia)
    Marcello Roscioli (Monte San Giovanni Campano)
    Michele Salfi (Catania)
    Raffaele Sommario (Acireale)
    Erica Weinmann(Germania)
    Lucia Giuffrida (Catania)
    Rita Grasso (Catania)
    Sonia Benvenuto (Acireale)
    Veronica Selmi (Catania)
    SE HAI OPERE PITTORICHE DEDICATE AL COMUNE DI ACIREALE PUOI INVIARLE PER E.MAIL A info@agrigentodoc.it. Saremo lieti pubblicarle sulla pagina.

Acireale, è un antico borgo marinaro di circa 50.000 abitanti della città metropolitana di Catania. Città formatasi da piccole migrazioni dal territorio a sud, oggi l’impianto urbanistico è quello tipico delle città tardo-medievali della Sicilia. Sorge a metà della costa Ionica siciliana. I suoi abitanti si chiamano acesi (jacitani in siciliano). Acireale è nota, in particolar modo, per il suo carnevale, per il barocco, le sue bellezze naturalistiche (tra cui la Timpa), la sua costa lavica, per la sua tradizione nel calcio e nella scherma nonché, fino a pochi anni fa, per le sue terme. Vicina all’Etna, comprende nel suo territorio una serie di borghi marinari dotati di porticciolo, tra cui Santa Maria la Scala e Capo Mulini.

Numerosi i monumenti e luoghi d’interesse nel comune di Acireale:


Il centro è la Piazza del Duomo, su cui si affacciano alcuni degli edifici più importanti della città tra cui
Chiesa Cattedrale, la ,
Basilica dei Santi Pietro e Paolo
Palazzo del Comune
Palazzo Modò
Basilica collegiata di San Sebastiano
Chiesa di Sant’Antonio da Padova
Chiesa di Santa Maria del Suffragio
Chiesa di San Camillo.
Biblioteca e pinacoteca comunale Zelantea, è un’istituzione del XVII secolo, ospitata in un palazzo neoclassico realizzato nel XIX secolo dall’ingegnere Mariano Panebianco, che raccoglie alcune collezioni d’arte e di testi antichi.
Museo delle tradizioni contadine di Aci Platani si trova la ricostruzione di una tipica abitazione di una famiglia contadina etnea del XIX secolo.
Museo delle uniformi, ospitato presso il palazzo del Comune in Piazza Duomo raccoglie una collezione di divise storiche a partire dalla fine del XVIII secolo.
Museo dell’Opera dei Pupi .
Museo del Carnevale, sito all’interno del Palazzo del Turismo.
Teatro dell’Opera dei Pupi di Capomulini, riconosciuta, insieme alle altre tradizioni pupare siciliane, patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO.
Museo Diocesano.

Opere pittoriche dedicate al comune di Acireale:

Galleria di opere tratte dalle pagine ufficiali web, Instagram e/o Facebook degli artisti.

Prenota il tuo prossimo viaggio alla scoperta della Sicilia:

Booking.com

Multimedia dedicati al comune di Acireale:

Info & curiosità su Acireale:

E’ nato nel comune di Acireale l’artista Pasquale Liotta Cristaldi (Acireale, 7 marzo 1850 – Catania, 27 maggio 1909).

Fra i principali eventi religiosi e di tradizioni popolari di Acireale si segnalano:
La festa di San Sebastiano, il 20 gennaio, è il primo evento significativo del calendario acese. La festa religiosa consiste in una processione che parte in mattinata dalla Basilica dedicata al Santo con in testa il Fercolo di San Sebastiano e si sposta per la città toccando i quartieri storici e quelli più moderni.
Il Carnevale di Acireale, tra i più importanti della Sicilia e d’Italia, è considerato una naturale continuazione della festa religiosa. La prima edizione nota è quella del 1594 e si è proseguita la tradizione ogni anno, salvo nei periodi bellici e dopo il terremoto del Val di Noto. Oggi è accompagnato da una competizione per i carri allegorici, infiorati e in miniatura più belli.
In primavera, si svolgeva la Festa dei Fiori, dedicata nello specifico ai carri infiorati, oggi accorpata alla manifestazione principale.
In estate, la festa più importante è quella della Santa Patrona, Santa Venera, che si svolge il 26 luglio.
Inoltre, sempre in estate, si svolge il “carnevale estivo”, nel primo fine settimana del mese di agosto.
La Nivarata è un festival estivo internazionale della granita siciliana.
La Fiera dello Jonio, che si tiene tradizionalmente a settembre, è una mostra dell’artigianato e delle tradizioni tipiche siciliane.

Sitografia: WikipediaYuotubewww.comune.acireale.ct.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »