Chiesa di San Francesco di Paola

La chiesa di San Francesco di Paola (1789), con annesso il convento, fu costruita verso la fine del seicento insieme al convento attiguo, dai Frati Minimi un ordine mendicante di vita austera, fondato da Francesco di Paola nel 1435.
La chiesa di San Francesco di Paola, in stile tardo barocco, è ad unica navata con abside posto nella parte occidentale e due archi trionfali dividono la zona presbitero-absidale dall’aula liturgica, rispettando i criteri costruttivi e le forme strutturali allora comunemente diffusi. L’ingresso alla chiesa è caratterizzato dalla cantoria sorretta da due colonne. Nelle pareti dell’aula liturgica si aprono tre archi divisi da lesene di ordine toscano per dare spazio alle cappelle laterali, mentre la copertura è a volta a botte lunettata in corrispondenza delle finestre poste sopra il cornicione marcapiano. La facciata, realizzata con blocchi di calcarenite arenaria a vista, è costituita da due ordini separati da un cornicione marcapiano: la parte basamentale è trattata con paraste di ordine ionico-rinascimentale scndendo un ritmo armonico, dove nella parte centrale è ubicato il portale adornato da colonne ioniche con fusto liscio sormontate da un timpano aperto, al centro del quale è ubicato un medaglione ellittico raffigurante San Francesco di Paola; il secondo ordine è trattato con paraste corinzie e nella parte centrale si apre una finestra delimitata da colonne di ordine ionico, anch’esse sormontate da un timpano aperto. Nella parte di coronamento della facciata, sui lati, sono allocate le torrette dei campanili costituite da paraste composite e mezze colonne, che poggiano entrambi su plastiche mensole su voluta rovescia, concluse con una copertura a cono rovescio su cui è incastrata una sfera. Tra le due torrette campanarie è ubicato il timpano triangolare posto al centro del prospetto su cui si apre un rosone. Il tutto rende l’intero prospetto armonioso arricchendolo di svariati accenti compositivi.
Impianto Planimetrico: La chiesa di San Francesco di Paola, in stile tardo barocco, è ad unica navata con abside posto nella parte occidentale e due archi trionfali dividono la zona presbitero-absidale dall’aula liturgica.
Pianta: Il perimetro della chiesa è delimitato da una muratura portante che disegna una pianta a forma rettangolare ad unica navata. Tale muratura lateralmente si apre dando posto a delle cappelle delimitate da archi a tutto sesto.
Abside: La zona absidale, a forma di semicerchio, è coperta da una calotta a forma di quarto di sfera detta catino absidale, tipico delle chiese di questo periodo. L’abside, inoltre, è preceduta dall’area presbiterale ed entrambe sono contornate da arcate trionfali. L’abside è caratterizzata da uno stucco centrale raffigurante angeli e putti con una nicchia posta in mezzeria, dove è ubicata la statua lignea di San Francesco di Paola.
Interno: Lo spazio interno risulta molto ampio e sviluppato anche in altezza, e le finestre poste lateralmente sopra il cornicione marcapiano, interrompendo la continuità della volta a botte, illuminano l’aula liturgica. Inoltre, l’aula prende luce anche dalla finestra ubicata sul prospetto principale.
Impianto strutturale: Le pareti perimetrali sono costituite da blocchi portanti in calcarenite arenaria, che sorreggono l’orditura principale della copertura realizzata a due falde, e il soffitto costituito da una volta a botte lunettata in corrispondenza delle aperture laterali dell’aula.
L’altare, realizzato in legno, è costituito da colonnine che sorreggono la mensa.
Ambone Realizzato in legno.

Fonte: wikipedia – www.chiesacattolica.it


Galleria fotografica:


Foto e cartoline storiche:

 


Localizzazione della Chiesa Santa Maria della Pietà

Info e contatti:

Via Garibaldi 157 –  92100 Agrigento
Telefono: 0922401810

Email:

Sito web:
AgrigentoDoc consiglia:

Video tratti da youtube:

 


Hai del materiale utile da pubblicare sull’argomento? Foto, video, articoli originali, pubblicazioni non soggette a diritti d’autore

Inviali alla redazione del sito ai fini della pubblicazione. Saremo lieti di inserire il materiale inviato se ritenuto conforme alle finalità del sito e ne citeremo la fonte. La collaborazione fornita e l’utilizzo del materiale inviato sono da intendersi a titolo esclusivamente gratuito e senza scopo di lucro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eventi in Sicilia