Chiesa della Beata Maria Vergine Immacolata

La chiesa della Beata Maria Vergine Immacolata, con la sua gigantesca mole, domina maestosa la prospicente piazza, ed il suo massiccio prospetto in stile barocco è rivolto ad Ovest. Nella parte superiore si notano un frontone triangolare ed una nicchia rettangolare ove si trova una statua marmorea di San Francesco d’Assisi; nella parte inferiore, sotto la cornice marcapiano, fiancheggiato da due paraste, vi è un bel portale dalle linee semplici ed eleganti. Il portone centrale in legno intagliato, è formato da 32 pannelli decorati da simmetrici motivi floreali. La facciata è mirabilmente completata da due imponenti campanili. La basilica, ad una navata, lunga circa 60 metri e larga 12, ha un interno armoniosamente proporzionato, ove risalta la semplicità delle strutture architettoniche proprie delle chiese francescane.

La Basilica subì gravi danni durante i bombardamenti dell’ultima guerra ed in special modo al soffitto i cui affreschi furono eseguiti da Domenico Provenzani (1736-1791) originario di Palma di Montechiaro.

Gli affreschi attuali sono opera del palermitano Sebastiano Consoli. Secondo il Pirri la chiesa fu voluta da Federico Chiaramonte II° terzogenito di Marchisia Prefolio e signore di Favara, Racalmuto, Siculiana, il Bozzo invece sostiene che la chiesa fu edificata da Marchisia prima del 1295; circa un lustro prima della sua morte. Nel 1313 Costanza Chiaramonte legò come dote alla cappella di famiglia sita nella chiesa 5 botti di vino l’anno. Dal XIII al XVII sec si ha notizia di 5 cappelle: la cappella Chiaramonte, la cappella Montaperto, la cappella Isfar e Corilles, la cappella De Falco e la cappella Porto.


Particolari costruttivi e planimetrici

Pianta: La pianta della chiesa è di forma rettangolare, avente dimensioni pari a circa 60 metri in lunghezza e 12 in larghezza, ad una sola navata, senza transetto e con sette altari laterali.
Impianto strutturale: L’impianto strutturale è costituito da muratura portante composta da blocchi in calcarenite arenaria.
Coperture: La chiesa ha una copertura a due falde inclinate, la cui struttura portante è composta da capriate in ferro (non spingenti) e tavolato. Il rivestimento finale è stato realizzato mediante coppi siciliani.
Preesistenze: Addossati alla chiesa si conservano ancora i resti di uno dei più antichi conventi della città, quello chiaramontano dedicato al Santo di Assisi; oggi di tale convento resta molto poco.
Prospetto principale: Il prospetto principale, in stile barocco, è rivolto ad Ovest, esso è scandito verticalmente da lesene in pietra arenaria, sormontate da capitelli ionici, che lo dividono in tre parti. esso risulta altresì diviso in tre ordini sovrapposti, affiancato da due imponenti campanili. La parte centrale, dominata da un ampio portale, è sormontata da un timpano semicircolare modanato; lateralmente insistono due pseudo ingressi, di cui quello sinistro a nord risulta cieco, mentre quello destro esposto a sud, passando sotto il campanile con una lunga gradinata, immette in un cortile interno. Il secondo ordine presenta due piccole aperture in corrispondenza dei campanili; il terzo ordine è dominato dalla nicchia centrale absidata, contenente la statua marmorea di San Francesco, e due volute lapidee di raccordo che collegano i campanili alla specchiatura centrale. Sono presenti cinque scalini esterni di accesso e due scale di servizio interno.
Elementi decorativi: Decorazioni esterne: lesene, nicchie con statue, portali e finestroni con cornici, trabeazioni. Decorazioni interne: quadri, sculture lignee, affreschi, stucchi e marmi.
Portale: Il portone centrale, in legno intagliato, è formato da 32 pannelli decorati da simmetrici motivi floreali; tali decorazioni sono in stile arabo-normanno, con la presenza di alcuni elementi gotici.
Campanile: Due imponenti campanili sono posti ai lati del prospetto principale; ad essi essi si accede per mezzo di una scala a chiocciola. La copertura dei campanili è rivestita da mattonelle di maiolica decorata.
Altare realizzato in marmo

Fonte: wikipedia – www.chiesacattolica.it


Galleria fotografica:

 


Foto e cartoline storiche:

 


Localizzazione della Chiesa Santa Maria della Pietà

Info e contatti:

Via Pirandello, 2 –  92100 Agrigento
Telefono: 092226661

Email:

Sito web:
AgrigentoDoc consiglia:

Video tratti da youtube:

 


Hai del materiale utile da pubblicare sull’argomento? Foto, video, articoli originali, pubblicazioni non soggette a diritti d’autore

Inviali alla redazione del sito ai fini della pubblicazione. Saremo lieti di inserire il materiale inviato se ritenuto conforme alle finalità del sito e ne citeremo la fonte. La collaborazione fornita e l’utilizzo del materiale inviato sono da intendersi a titolo esclusivamente gratuito e senza scopo di lucro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eventi in Sicilia