Chiesa di San Lorenzo (Purgatorio)


Chiesa di San Lorenzo (oggi sconsacrata) XV-XVI secolo

Detta anche Chiesa del Purgatorio, la Chiesa di San Lorenzo fu eretta nella prima metà del Seicento, forse in sostituzione di una chiesetta precedente, da parte di ricchi borghesi del quartiere, che la vollero particolarmente sfarzosa. I lavori si conclusero nel 1761.

La chiesa, è situata in piazza Purgatorio lungo la via Atenea, ed è costruita sul cosiddetto Ipogeo del Purgatorio, uno dei sotterranei più interessati che attraversano la città, destinato ad usi idrici, il cui ingresso è posto sul lato destro della piazzetta antistante la Chiesa del Purgatorio.

Il prospetto è in stile barocco, arricchito da numerose statue, in particolare quelle ai lati del portale, delimitato da due colonne a spirale, rappresentano le allegorie della fede e della carità.

L’esterno è caratterizzato da una doppia scalinata e da un’alta facciata a due ordini, coronati da timpano. Il portale d’ingresso è formato da una coppia di colonne tortili accostate a pilastri con ai lati le figure allegoriche della Fede e della Carità. In alto il fastigio, troncato al centro, presenta un medaglione con la Vergine circondata da angeli. Nel secondo ordine campeggiano due statue di Santi che fiancheggiano un’artistica finestra.

Una torre campanaria completa il prospetto e contribuisce a slanciarlo ulteriormente.

L’interno presenta una navata unica e denota che la chiesa è a “sala di predicazione”. La navata è affiancata da quattro cappelle in cui si ammirano la Deposizione e il Crocifisso del Seicento, mentre la tela dell’abside rappresenta San Lorenzo.

Le decorazioni a stucchi della navata sono di scuola serpottiana, mentre le statue, opera di Giuseppe e Giacomo Serpotta rappresentano le Virtù: l’amore, la semplicità, la carità, la prudenza, la giustizia, la religione, la fortezza, la mansuetudine.

Notevoli sono anche i due confessionali secenteschi, resi un po’ macabri dai teschi, e la statua marmorea della Madonna della Melograna, attribuita alla scuola del Gagini.

Splendida è  la Cappella del Crocifisso, rivestita d’oro zecchino, opera dello scultore Pietro Carletto.

In questa chiesa furono celebrate le messe funebri in memoria di Cavour (9 luglio 1861) e di Vittorio Emanuele II (9 febbraio 1878) con scenografie di grande effetto.

La Chiesa San Lorenzo non è più adibita al culto, ma finalizzata ad essere luogo per organizzare conferenze, mostre, incontri ed eventi culturali.


Particolari costruttivi e planimetrici

Impianto Planimetrico:  è ad unica navata affiancata da quattro cappelle in cui si ammirano la Deposizione e il Crocifisso del Seicento.
Impianto strutturale: L’impianto strutturale è costituito da muratura portante composta da blocchi in calcarenite arenaria.
Coperture:  Il soffitto presenta una falsa cupola ed un tetto ligneo decorato
Prospetto principale: Il prospetto principale è diviso in partiture e con un portale settecentesco in mezzeria. Sulla facciata sono inoltre presenti altre due colonne in stile ionico che sorreggono il timpano. Una torre campanaria completa il prospetto e contribuisce a slanciarlo ulteriormente.
Elementi decorativi: Sono presenti all’interno varie decorazioni a stucchi di scuola serpottiana,

Fonte: www.museodiocesanoag.it


Galleria fotografica:

There are no images.


Foto e cartoline storiche:

 


Localizzazione della Chiesa del Purgatorio o di San Lorenzo

Info e contatti:

Via Atenea-piazzetta Purgatorio – 92100 Agrigento
Telefono:
AgrigentoDoc consiglia:

Video tratti da youtube:


Hai del materiale utile da pubblicare sull’argomento? Foto, video, articoli originali, pubblicazioni non soggette a diritti d’autore

Inviali alla redazione del sito ai fini della pubblicazione. Saremo lieti di inserire il materiale inviato se ritenuto conforme alle finalità del sito e ne citeremo la fonte. La collaborazione fornita e l’utilizzo del materiale inviato sono da intendersi a titolo esclusivamente gratuito e senza scopo di lucro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Eventi in Sicilia