Presepe vivente in Sicilia 2022: Calascibetta (EN)

Evento: Presepe vivente di Calascibetta
Dove: centro storico del comune di Calascibetta
Data: 26 dicembre 2022 – 6 e 7 gennaio 2023
Biglietto: ticket d’ingresso
Tipologia: presepe vivente, enogastronomia, intrattenimento e spettacolo
Orari e programma: maggiori informazioni sulla pagina ufficiale dell’evento e pagina Facebook dedicata

Dal sito degli organizzatori:

Con l’arrivo delle feste natalizie ritorna il presepe vivente di Calascibetta.

Vi aspettiamo nei giorni 26 Dicembre 2022, 6 – 7 Gennaio 2023.

Per info e tickets chiama il numero 0935/1976330 o scrivi all’email: proloco.calascibetta@gmail.com

Attenzione:
Per maggiori informazioni ed aggiornamenti si consiglia di visitare le pagine ufficiali degli organizzatori nel link sopra indicati

Galleria fotografica edizioni precedenti:

Video delle edizioni precedenti:

Vivi le bellezze culturali e gastronomiche della Sicilia: prenota la tua vacanza:

Booking.com

Info & curiosità

Calascibetta è un comune italiano di 4 395 abitanti del libero consorzio comunale di Enna in Sicilia. dista 6 km da Enna, 39 km da Caltanissetta, 75 km da Catania e 111 km da Agrigento. È situata sui monti Erei, in una zona collinare interna; sullo spartiacque fra i bacini dei fiumi Simeto e Imera Meridionale. È posta a 880 metri sopra il livello del mare.

Siti archeologici

La Necropoli di Realmese è un sito archeologico dell’Età del Ferro, a tre chilometri da Calascibetta. Questo sito è una necropoli di tipo pantalicano, costituita da 288 tombe a “grotticella” molto particolari, risalenti al periodo compreso tra il IX e il’VI secolo a.C.[3] È facilmente raggiungibile dall’autostrada A19 uscita Enna. Per trovarlo ci sono molte indicazioni stradali a partire dall’uscita dell’autostrada in poi, è raggiungibile anche dai pullman, all’interno del parco archeologico vi è un ampio parcheggio. I reperti rinvenuti dall’archeologo Luigi Bernabò Brea tra il 1949 ed il 1951 sono esposti presso il Museo Paolo Orsi di Siracusa ed il museo Varisano di Enna.

Cultura
I monumenti
Chiesa Maria SS. del Monte Carmelo;
Chiesa Madre dedicata a San Pietro e Santa Maria Maggiore, fondata nel 1340 dal re Pietro II d’Aragona che nel 1342 la elevò a Regia Cappella Palatina, la seconda della Sicilia dopo quella di Palermo. Il suo tesoro è conservato presso il museo diocesano di Caltanissetta. Ospita sculture in marmo di scuola gaginiana del XVI sec.;
Chiesa di San Giovanni Evangelista, detta anche di Santa Lucia o Collegio di Maria;
Chiesa Maria SS. dell’Itria;

Chiesa del SS. Salvatore o di San Benedetto;
Chiesa di San Giuseppe;
Chiesa di San Vincenzo;
Chiesa di Sant’Antonio Abate, edificata nel 1409, nel XVII sec. fu ristrutturata, in seguito all’annerimento delle pareti dovute ad un fulmine, oggi mostra numerosi stucchi di Barocco Siciliano;
Cappella del SS. Crocifisso, detta Chiesa di Santa Barbara dall’antico ospedale annesso del 1347 già succursale dell’Ospedale di Santo Spirito di Roma in Saxia;
Chiesa di San Francesco d’Assisi (Convento dei Cappuccini), che conserva l’adorazione dei magi, una pregevolissima tela del pittore manierista toscano Filippo Paladini del 1610;
Santuario Maria SS. di Buonriposo;
Chiesa Maria SS. della Catena;
Chiesa di San Paolo;
Parrocchia Ortodossa San Giovanni Battista, (già chiesa San Domenico);
Chiesa di San Pietro;
Torre Normanna;
Villaggio bizantino di contrada Canalotto
Necropoli di Realmese.
Antico Quartiere Ebraico, Calascibetta fu una delle 57 città con comunità ebraica della Sicilia dal 1350 al 1492. Le vie: Giudea, Faranna, e Roma già via Borgo, costituiscono il cuore dell’antico quartiere ebraico della città. Il mikveh (vasca per la purificazione) è collocato nella via Giudea bassa ;

Fonte: wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *